Possiamo essere sostenibili ogni giorno?

Mi capita spesso di parlare di sostenibilità e di dover rispondere alla domanda: “Ci fai degli esempi di sviluppo sostenibile da mettere in atto ogni giorno?“.

Ho deciso quindi di iniziare a raccogliere un po’ di idee in ambito sostenibilità e dividerle per categorie.

Partendo quindi da questo articolo troverai via via una mappa di esempi di sostenibilità da mettere in atto. Esempi concreti di sviluppo sostenibile per ogni giorno da mettere in atto nella vita quotidiana. Una sorta di vademecum su come essere sostenibili.

In questo articolo troverai 5 macro categorie. Ogni categoria sarà sviluppata ed approfondita in singoli articoli. Torna quindi a trovarci per essere sempre aggiornato o registrati in basso per ricevere comodamente le nostre email.

La tua responsabilità per lo sviluppo sostenibile

Io posso fornirti tutti gli esempi di sviluppo sostenibile al mondo, ma se tu non ci metti la volontà è tutto inutile.

Partiamo con un nuovo progetto. Cerchiamo insieme di combattere il riscaldamento globale.

Ricorda però che ho scritto insieme. Inutile leggere articoli, commentarli al bar e non agire. Oggi devi fare la tua parte. Iscriviti al canale, impara e diventa più sostenibile.

Possiamo davvero contribuire a ridurre il riscaldamento globale?

La domanda è mal posta. Parafrasando una famosa frase di Kennedy non devi chiederti se davvero puoi fare qualcosa per ridurre il riscaldamento globale. Devi chiederti cosa puoi fare oggi per ridurre il riscaldamento globale. Ecco i tre punti chiave:

  • Agisci: non attendere che siano altri a farlo. Fai oggi tu la tua parte
  • Educa: dai visibilità alle tue azioni, parlane sui social, diffondi le tue idee. Altri ti imiteranno
  • Studia: non ti fermare alle primi e semplici azioni, cerca nuove soluzioni, studia, approfondisci, condividi. Scrivi qui nei commenti o raccontaci via email cosa fai di solito, come contribuisci. Le tue idee saranno integrate nei nostri articoli
  • Sostieni: non avere paura di diffondere e sostenere buone pratiche o esempi messi in atto da altri. Insieme è più facile

Questi quattro punti chiave possono rendere le tue azioni non più isolate, ma una valanga che partendo da un sassolino sconvolge l’intera montagna. Dai allora, fai la tua parte oggi stesso!!!

17 Esempi di sviluppo sostenibile

Un modo per iniziare è quello di analizzare i 17 esempi di sviluppo sostenibile definiti dalle nazioni unite negli SDGs, punti per noi fondamentali. Essi stessi possono essere spunti per esempi di vita quotidiana.

I goals delle nazioni unite al 2030 dovrebbero essere adottati dalle imprese e dalle pubbliche amministrazioni, quindi se hai un ruolo in una di queste realtà fatti promotore.

Abbiamo ideato un corso che sviluppa proprio questo percorso. È gratuito e facilmente fruibile online. Trovi tutte le informazioni in un articolo specifico che parla proprio di insegnamento e sensibilizzazione verso la sostenibilità. Il modo migliore per insegnare ad essere meno impattanti non può prescindere dalla credibilità personale.

Ricorda che attuare esempi di sostenibilità ambientale nella vita quotidiana è il miglior insegnamento che puoi dare.

 

come essere sostenibili

1. Come essere sostenibili a tavola

Siamo italiani e per noi la tavola è molto più di un luogo dove ingurgitare le calorie necessarie per sopravvivere.

La tavola è un piacere e una vera e propria filosofia di vita. La tavola per noi è un elemento cardine della nostra vita.

Possiamo trovare in questo momento chiave della nostra giornata degli esempi di sostenibilità? Possono addirittura esistere degli esempi di dieta sostenibile?

La risposta è positiva e cercheremo di affrontarla sviscerando molti punti di una dieta sostenibile. Scopriremo come essere più sostenibili a tavola con degli esempi concreti.

Il primo suggerimento per essere sostenibili a tavola è semplice e veloce. Diminuite la quantità di carne.

Online trovi tanti studi sull’impatto ambientale della carne, ma sicuramente uno dei più completi è quello effettuato dall’Univeristà di Oxford e dall’Istituto svizzero di ricerca agricola Agroscope.

Riassumiamo velocemente i numeri più eclatanti di questo studio, puoi leggerlo da te:

  • La produzione di carne impiega direttamente o indirettamente il 75% dei terreni agricoli del pianeta
  • La carne è causa del 73% delle emissioni di CO2 riconducibili all’alimentazione
  • 100 grammi di proteine animali possono arrivare a 105kg di CO2 contro gli 0,3kg imputabili allo stesso quantitativo di proteine vegetali

Ecco perché per una alimentazione più sostenibili la riduzione o l’eliminazione della carne è un passaggio fondamentale.

Altri esempi da mettere in atto per combattere i cambiamenti climatici a tavola li vediamo in uno specifico articolo che stiamo predisponendo.

2. Esempi di sviluppo sostenibile nella casa

Costruire una casa è sicuramente un momento della nostra vita estremamente impattante. Non possiamo certo vivere nelle caverne.

Ma è possibile avere una casa confortevole ed essere sostenibili?

In realtà uno degli esempi di sviluppo sostenibile di maggior successo è proprio l’applicazione di tecnologie per il confort alla nostra abitazione. Se le soluzioni più semplici sono ormai note:

  • Installa pannelli fotovoltaici e solare termici
  • Installa un impianto di riscaldamento a pavimento
  • Utilizza l’energia elettrica invece del metano
  • Lascia ampi spazi verdi non cementificati
  • Utilizza il legno ovunque puoi
  • Utilizza tecnologie domotiche e per il risparmio energetico

Gli esempi di sviluppo sostenibile più di dettaglio sono spesso ignorati e possono fare davvero la differenza. Dalla scelta dell’orientamento alle soluzioni del verde, dagli impianti di recupero delle acque alla presenza di un orto possiamo fare davvero tanto nelle nostre case. Raccontaci le soluzioni e le tecnologie su come essere sostenibili a casa tua.

3. La mobilità e lo sviluppo sostenibile

Ogni giorno facciamo decine di km per spostarci dalla nostra casa al lavoro, per praticare i nostri hobbies o per turismo. I motivi sono infiniti e spesso i km che percorriamo nella nostra vita sono davvero tanti. In questo frenetico turbinio possiamo trovare numerosi esempi di sostenibilità ambientale da applicare ogni giorno.

La mobilità rappresenta un numero di ore enorme nella vita di una persona. Prova a calcolare quante ore al giorno occupi in spostamenti. Poi moltiplicalo per 365. Infine moltiplicalo per i tuoi anni.

esempi di sostenibilità ambientaleTi stupirai di quanti km avrai percorso. Avresti potuto scoprire gran parte del pianeta. Visitarlo e fare nuove esperienze. Invece, spesso, lo hai passato urlando in coda…

La mobilità sostenibile richiede nuovi modi di pensare

Possiamo e dobbiamo approcciare alla mobilità in maniera estremamente differente sia come esempi di sostenibilità ambientale che come elementi per una vita più sana. Ecco alcuni suggerimenti per poter essere più sostenibili:

  1. Cerca di muoverti a piedi ogni volta che gli spostamenti sono brevi. Parcheggia fuori dal centro e cammina guardandoti intorno. Scoprirai molte bellezze ed arriverai più sereno e rilassato.
  2. Utilizza la bicicletta. Se inizia a muoverti in bicicletta pian piano scoprirai che in città è spesso il mezzo ottimale per muoversi.
  3. Controlla se nelle città dove ti rechi cè davvero necessario usare l’auto. Potresti andare con mezzi collettivi. Preferisci sempre questa soluzione.
  4. Controlla se esistono sistemi di car sharing e car pooling per ottimizzare gli impatti.
  5. In fase di acquisto scegli mezzi elettrici a mezzi endotermici. Risparmierà l’ambiente e le tue tasche

Approfondiremo questi argomenti che spesso sono controversi e smuovono sensibilità e resistenze al cambiamento molto forti. Ma scoprirai come si tratta solo e spesso di sbagliate informazioni o percezioni. Gli esempi di sviluppo sostenibile legati alla mobilità sono davvero tanti. Raccontaci cosa fai tu ogni giorno per ridurre i tuoi impatti.

Scopri se acquistare un’auto elettrica conviene, quando e quanto.

 

4. Ridurre lo spreco di risorse

Le risorse del nostro pianeta non sono infinite. Ogni giorno consumiamo materie prime che diventano poi rifiuti. Non rientrano cioè nel ciclo naturale. Pensaci solo un attimo. Si lo so che lo sai. Lo so che il concetto è scontato. Ma perché non cambiamo?

Siamo l’unico essere vivente del pianeta che non vive in cicli chiusi. L’unico essere del pianeta che produce rifiuti non riutilizzabili o non riutilizzati. Ridurre lo spreco vuol dire concentrarsi su due momenti chiave della nostra giornata:

  1. L’approvvigionamento di materie prime
  2. La trasformazione di materie prime
  3. La compensazione degli impatti inevitabili

Pensa al pianeta prima di un acquisto

Nell’approvvigionamento troviamo moltissimi esempi di sviluppo sostenibile concreti che ci possono permettere di rimettere in circolo le materie che acquistiamo. Sia un acquisto a livello personale che a livello di impresa.

Possiamo pensare prima di acquistare e selezionare ciò che è più funzionale alla tutela del pianeta.

Nella trasformazione possiamo essere più sostenibili se abbiamo una maggiore attenzione. Dalla produzione di cibo a quella delle tecnologie possiamo pianificare le nostre attività con maggiore attenzione.

Vediamo qui alcuni esempi di sostenibilità che possiamo attuare nella vita di ogni giorno. Per le imprese che vogliono essere più sostenibili rinviamo a specifici percorsi.

Infine c’è il tema della compensazione. Sia che siamo un’impresa che un singolo cittadino possiamo tendere all’impatto zero compensando le nostre azioni inevitabili. Le soluzioni sono tante e nel nostro sito trovi esempi per le imprese o per te che vuoi semplicemente fare la tua parte.

Come essere sostenibili?“, la risposta a questa domanda è nelle mani di tutti. Diffondi le tue buone pratiche.

 

5. La gestione dei rifiuti come esempi di sostenibilità ambientale

La gestione dei rifiuti non dipende da noi. Possiamo vivere in una città con la raccolta porta a porta o in una città senza alcuna soluzione sostenibile. Possiamo “solo” essere cittadini attivi e stimolare la pubblica amministrazione a fare di più.

Dopo di ciò però viene la nostra parte. Ogni volta che ci troviamo di fronte ad un prodotto da buttare facciamoci le seguenti domande:

  1. Posso riutilizzare questo prodotto?
  2. Posso inserirlo in circuiti di recupero?
  3. Posso donarlo a chi lo trasforma in altro?
  4. Posso smaltirlo in modo che venga recuperato?
  5. Come posso buttarlo in maniera ottimale?

Se tutto parte, come abbiamo visto, dall’acquisto, non sempre possiamo evitare la produzione di rifiuti. Il nostro obiettivo primario deve però sempre essere quello di ridurre costantemente ciò che non è riutilizzabile.

Una volta ridotto all’osso tutto ciò che non è riutilizzabile cerchiamo circuiti virtuosi per ogni singola materia o prodotto. All’inizio può sembrare faticoso, ma poi la cosa diventa divertente e semplice.

Trovare esempi di sviluppo sostenibile per evitare la produzione di rifiuti è davvero molto molto semplice fidati. Nell’articolo di approfondimento cercheremo di darti qualche esempio, ma il tema è molto vasto.

Dacci le tue soluzioni e aiutaci a integrare questa parte.

6. Compensare naturalmente i nostri impatti

Esistere vuol dire impattare. Inutile girarci intorno. Ogni attività che facciamo genera impatti.

Con gli esempi di sviluppo sostenibile che abbiamo visto è possibile ridurre o eliminare molti dei nostri impatti ambientali. Non possiamo però eliminarli tutti. Per alcuni è impossibile.

Possiamo però eliminare in maniera indiretta gli effetti attraverso la compensazione ambientale. Alcuni esempi di compensazioni ambientali sono davvero semplici ed immediati, altri più complessi. Vedremo di approfondire molti aspetti, ma vediamo alcuni esempi di compensazione ambientale:

  1. Avere un orto. Oltre a produrre cibo riduce le emissioni e possiamo utilizzarlo per riciclare attraverso il compostaggio molta sostanza organica
  2. Ridurre le parti cementificate. Eliminare spazi piastrellati o cementificati nelle nostre case e sostituirli con spazi versi riduce le emissioni e permette all’acqua di infiltrarsi nel terreno
  3. Piantare alberi. Raccogliamo i semi della frutta e verso il finire dell’inverno piantumiamoli ovunque. Lanciare bombe di semi invece che cicche di sigarette è una grande soluzione
  4. Raccogliamo rifiuti. Nelle nostre passeggiate, nelle vacanze, in ogni occasione possibile raccogliamo ciò che gli altri gettano. Facciamolo in maniera plateale, sarà un elemento educativo
  5. Raccontiamo le nostre attività. Possiamo ridurre gli impatti di molti semplicemente grazie all’emulazione

Questi sono solo alcuni degli esempi possibili. Vediamo anche qui di approfondire il tema cercando esempi e soluzioni di sostenibilità ambientale nella nostra vita quotidiana.

7. Ruoli di governance e responsabilità

È innegabile ed evidente che ognuno di noi ha responsabilità differenti in funzione di ruoli differenti. Un genitore ha più responsabilità di un bambino. Un imprenditore ha più responsabilità di un dipendente. Un politico ha più responsabilità di un cittadino e così via.

Ognuno di noi deve rendersi conto che il ruolo che ricopre, piccolo o grande che sia, richiede adeguate e relative prese di responsabilità. Non possiamo più permetterci di dire: “aspetto che gli altri facciano qualcosa”. Dobbiamo iniziare noi.

Ecco che ogni imprenditore dovrebbe chiedersi quanto è davvero utile e necessario oggi svoltare verso una reale sostenibilità. Quanto sia proficuo per la propria azienda essere sostenibile. Ma non solo. Dovrebbe chiedersi anche quanto sia etico oggi non esserlo. Poi fare due conti e trasporre soluzioni di sostenibilità sul fatturato. Sono certo che la svolta sarebbe immediata. Troppo spesso la svolta etica e sostenibili oggi comporta convenienza economica, troppo spesso gli imprenditori lo ignorano per superficialità.

Discorso differente ed enorme invece quello politico. È innegabile che abbiamo una classe politica assolutamente non attrezzata. Culturalmente non attrezzata. Tecnicamente non attrezzata. Una classe politica che per prima cosa dovrebbe avere un orizzonte di almeno 10 anni. Invece, quando va bene, ha un orizzonte di 10 mesi. Quindi il pessimismo è in zona rossa lampeggiante con scritto a lettere cubitali ALERT!!

Le scelte politiche dovrebbero indirizzare e guidare le scelte di un Paese. Qui la responsabilità personale dei nostri politici è enorme. Gigantesca. Concentrati solo nei giochetti tattici di corto raggi,o sullo 0,1% in più o in meno del sondaggio di Mentana ogni lunedì. Un esempio plastico e molto importante per leggere cosa è oggi la politica italiana. Pensare a cosa si dirà o si condividerà sui social e controllarne il risultato sulle analitiche. 7 giorni di orizzonte temporale. Avremmo invece un enorme necessità di Politica che si occupi di pianificazione strategica. Di una politica che guidi l’orizzonte finanziario e imprenditoriale del paese. Una politica che sappia dove portarci tra 10 anni e guidarci autorevolmente in quella direzione. Proprio come il titolo di questo articolo: avremmo bisogno di una politica che tracci esempi di sviluppo sostenibile per il 2030. Una politica che ammetta la sua inadeguatezza e cerchi risorse tra i cittadini. Ma alle condizioni date questa è fantascienza….purtroppo…

Raccontaci le tue esperienze

Le soluzioni e gli esempi di sviluppo sostenibile sono tanti quanti sono gli abitanti del pianeta. Ognuno di noi può trovare idee e soluzioni innovative per tutelare l’ambiente ed il pianeta. Raccontaci le tue esperienze, le tue semplici e piccole azioni, i grandi progetti che segui. Aiuta gli altri a fare di più. I suggerimenti interessanti saranno pubblicati nelle specifiche sezioni.

Rimani in contatto con noi

Ti è piaciuto questo articolo? Registrati per rimanere sempre informato sulle novità del nostro blog. Non inviamo spam, tranquillo. Solo poche email e davvero utili.